➿ Come fu che Babbo Natale sposò la Befana Free ➶ Author Andrea Vitali – Motyourdrive.co.uk


Come fu che Babbo Natale sposò la Befana quotes Come fu che Babbo Natale sposò la Befana, litcharts Come fu che Babbo Natale sposò la Befana, symbolism Come fu che Babbo Natale sposò la Befana, summary shmoop Come fu che Babbo Natale sposò la Befana, Come fu che Babbo Natale sposò la Befana 9630beeb Nel Placido Paese A Bordo Lago Ci Si Prepara A Festeggiare Il Natale, L Aria Carica Di Una Promessa Di Neve E Gli Adulti Sono Al Riparo Dal Freddo E Dai Dubbi, Confortati Dalle Loro Certezze Esistenziali Perch Se Babbo Natale Esiste Nessuno L Ha Mai Visto Dalla Fatidica Domanda Di Tom, Un Ragazzino Curioso Che Non Si Accontenta Delle Risposte Evasive Dei Suoi Genitori, Prende Avvio Il Racconto Di Vitali, Che Illustra Il Mondo Dei Grandi, Impacciati E Non Sempre All Altezza Del Loro Ruolo Di Educatori Cos Tom E I Suoi Compagni Decidono Di Cercare La Verit Per Conto Proprio, E La Vicenda Assume Risvolti Fantasiosi, A Tratti Comici, Fino Alla Felice Soluzione In Cui I Dubbi Infantili Trovano Le Loro Risposte, I Conflitti Si Risolvono E Ogni Cosa Torna Al Suo Posto I Personaggi Che Il Lettore Incontra Tra Le Pagine Del Racconto Sono Caratterizzati Con Rara Maestria Le Petulanti E Spigolose Stecchetti, Madre E Figlia La Giovane Cameriera Che Si Rivela Molto Pi Smaliziata Degli Investigatori Un Maresciallo Dei Carabinieri Che Pare Uscito Da Un Racconto Di Mario Soldati Fino Al Direttore Remedio Imperio, Animo Sensibile E Poetico, Che Si Diletta A Scrivere Storie Per I Bambini, Quasi Fosse L Alter Ego Dell Autore Da Attento Osservatore, Andrea Vitali Rileva Dei Suoi Personaggi Ogni Minima Contraddizione, Fragilit E Meschinit Regalandoci Un Nuovo Episodio Della Sua Commedia Umana , Si Conferma Un Grande Narratore Di Piccole Storie


10 thoughts on “Come fu che Babbo Natale sposò la Befana

  1. says:

    Un bel racconto natalizio scritto dal bravo Vitali.Tom un bambino di dieci anni che non sa se credere ancora a Babbo Natale Come accade sempre, a scuola una bimba gli svela che i regali li portano i genitori e per lui tutto diventa triste e non vuole accettarne l idea.Ritornare a vivere e pensare come i bambini sarebbe il regalo pi grande che ogni adulto dovrebbe ricevere.


  2. says:

    la domanda che tutti i bambini prima o poi fanno e che tutti i genitori temono ma Babbo Natale esiste Ed la domanda che Tom una sera rivolge improvvisamente ai genitori La sua compagna di classe Rebecca va infatti a dire in giro che la sua mamma, la spigolosa signora Stecchetti, le ha confermato che una sciocchezza e che il panciuto Babbo non esiste Il pap di Tom cerca di evitare di rispondere, si arrampica sugli specchi per finire col confermare l esistenza di Babbo Natale, con tanto di descrizione fisica Caso vuole che Tom, il giorno dopo, lo veda aggirarsi nei giardinetti Tanto sollievo per il piccolo Tommaso, tanta confusione e paura per la povera Rebecca accusata dai compagni di aver fatto arrestare il buon Babbo Natale A chi chiedere aiuto Ma alla Befana, alias Clotilde la donna delle pulizie.Non c modo migliore che concludere le abbuffate natalizie che con questo libricino, dolce e delicata storia che da un lato fa sorridere e dall altro fa anche riflettere Che Babbo Natale esista o meno e io a 32 anni ancora ci spero i bambini ci colpiscono sempre per la loro logica disarmante e fantasiosa insieme Il piccolo Tom chiede prove e le trova da solo, Rebecca crede che Clotilde sia la Befana e ne trova la conferma E a quel punto non ci sono se o ma che tengano Babbo Natale va salvato e la Befana ci aiuter E cos Ma in fondo anche la nostra Clotilde salva il suo Babbo Natale ridandogli la voglia di vivere e la speranza.Raccontata come una piccola favola, questa storia ci parla dei bambini e dalla loro tenacia, ma anche dei genitori e delle loro paure e dei loro sogni Come non sorridere davanti alla signora Stecchetti, pi che una donna un goniometro, che si documenta sul viaggio dei Re Magi per un abbraccio della figlia Sullo sfondo di un paesino bordo lago vediamo personaggi semplici, maschere di paese E cos incontriamo il preside sognatore, il carabiniere galante e un po farfallone, il maresciallo dei Carabinieri un po burbero, la maestra severa materna insieme Vitali propone una comunit reale e concreta ma anche simpatica e accattivante.


  3. says:

    Esiste Babbo Natale Con questa domanda che prima o poi tutti i bambini del mondo hanno posto Vitali scrive un bellissimo racconto ambientato sulle sponde del suo amato lago, e la magia del Natale si respira in ogni pagina.Da leggere.


  4. says:

    Recensione completa su Caf Litt raireQuella narrata da Vitali in queste pagine ha poco o nulla a che fare con una storia sul Natale.Dimenticate di leggere l inizio di una bella e magica storia d a tra il pi famoso uomo barbuto vestito di rosso e la leggendaria donna con le scarpe rotte, che attraversa il mondo a cavallo di una scopa, perch di loro non c traccia in queste pagine.Probabilmente, i due noti personaggi magici, in qualche modo si saranno pure conosciuti, ma non questa la storia che Vitali intende raccontarci.Tutto qui nasce da una domanda che Tom, un ragazzino di dieci anni, pone improvvisamente, durante la cena, ai suoi genitori Esiste Babbo Natale E se esiste perch nessuno l ha mai visto.Una domanda che metterebbe in difficolt qualsiasi genitore, cos come fa con quelli del piccolo protagonista che, non contento della risposta data, si metter alla ricerca di una propria verit.In questo percorso di ricerca il lettore ha modo di incontrare vari personaggi, dai comportamenti pi o meno stravaganti.Ogni personaggio, dai pi piccoli ai pi grandi, mette in luce una diversa caratteristica dell animo umano chi la sensibilit , chi la sfiducia, chi la speranza, chi l insicurezza, chi la bont e chi l aggressivit.E, pi o meno tutti, evidenziano la frettolosit con la quale, ogni giorno, ci si appresta a dare giudizi a chiunque senza concedersi il lusso di porsi troppe domande.La facilit con la quale ci apprestiamo a dare etichette, e a imprigionare le persone in gabbie di preconcetti che costruiamo basandoci sul nulla.E spesso in quelle gabbie imprigioniamo anche noi stessi, rinchiudendoci in una prigione fatta di sfiducia e di sospetto, dalla quale, soli, non riusciamo a venire fuori.Ed cos che un uomo che ha perso tutto, si ritrova ammanettato in prigione, senza un apparente motivo.Ed cos che una donna, con la sola forza della sua fede, con la speranza che ha nel prossimo, e con l a, riuscir a ridare a quell uomo la fiducia che ha perduto.Questa l unica magia descritta in queste pagine.Un libro che, pur narrando un messaggio importante almeno questa la mia personale interpretazione , viene narrato in maniera molto superficiale.La storia banalizzata da un racconto che non analizza in personaggi in profondit , ma resta in superficie, facendo trasparire pi il lato comico e surreale della storia che l importanza del messaggio finale.


  5. says:

    Come tutti i libri di Andrea Vitali, anche questo un racconto lungo ambientato nel paesino sul lago, in un tempo non meglio identificato che a me pare tanto intorno alla met del Novecento Per ci sono alcune differenze Per esempio, questo libro pubblicato da Mondadori e non da Garzanti e soprattutto questa una favola di Natale.In qualche punto a mio parere Vitali si un po lasciato al leziosismo ma generalmente direi che riuscito molto bene a rendere l atmosfera natalizia, pur in un contesto del tutto diverso da quello che ci si pu immaginare occhei, c la neve ed quasi Natale, ma nulla pi Come ogni favola naturalmente finisce bene in fin dei conti lo dice gi il titolo, no L unico mio dubbio se sia una favola per bambini piccoli i miei cinquenni l hanno snobbata secondo me pi un racconto per bimbi pi grandicelli, come dei resto i protagonisti della storia.


  6. says:

    La magia del Natale, l arrivo della prima neve, leggerezza e buoni sentimenti.Una favola molto carina, si legge in poco tempo e mette di buon u per il resto della giornata Quando era cos , quando dentro di s percepiva un senso di leggerezza che solo un bambino poteva capire, era perch una piccola storia si era messa in moto.


  7. says:

    Ora credo di capire perch in biblio non si riesce mai a trovare pi un libro di Vitali alla volta nel senso che tutti gli altri sono perennemente fuori E dire che questo solo un racconto di Natale Mi sa che mi procurer anche tutti gli altri romanzi.


  8. says:

    IncipitTommaso aveva dieci anni e per mamma e pap era Tom..


  9. says:

    lettura leggera, spassionata e un po infantile ma ottima per staccare un attimo da tutti i pensieri un mondo semplice con personaggi buoni e valori ben definiti, una visione di come i bambini interpretano quello che noi gli diciamo.


  10. says:

    3 1 2Un racconto molto piacevole da leggere, soprattutto con l arrivo delle vacanze natalizie.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *